pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Turismo

Turdò chiede al governo la riapertura della legge 488 per le imprese

Redazione - Pubblicato il 10 maggio 2014

Il Presidente Turdò con il Sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova

Nell’incontro politico tenuto ieri sera a San Salvo presso l’hotel Tomeo una vera e concreta novità è stata richiesta dal candidato alle Europee per la lista Scelta Europea Antonio Turdò ai rappresentanti sia del Parlamento che del Governo presenti alla riunione.

Il tema del convegno era “Quale sviluppo per quale ripresa in quale Europa” e nella sua relazione iniziale il Presidente degli automobilisti italiani ha tracciato alcune linee guide che le imprese ed i cittadini vogliono per i prossimi anni.

Una vera nuova politica agevolativa sui fondi strutturali e sulla 488/92 con la eliminazione del fondo perduto come elemento distorsivo e segnale di una voracità che delle volte va fuori anche dei canoni e delle leggi penali.

Una ripresa che sia strutturale e che non può non essere competitiva con nuove e moderne norme sul lavoro e sui contratti di lavoro, nella quale la flessibilità sia elemento positivo e non negativo.

L’apertura di un vero e proprio libro bianco sugli automobilisti con l’abolizione del bollo, la diminuizione dell’accise, la riduzione dei costi di trasferimento di proprietà sempre nell’ottica di un servizio qualificato per gli utenti della strada.

La chiusura del P.R.A. inutile quanto dispendioso doppione con la Motorizzazione Civile, cosa alla quale il Sottosegretario agli Esteri ha confermato appoggio e piena disponibilità.

Le risposte sia dell’Onorevole Sottanelli di Scelta Civica per l’Italia che del Sottosegretario Della Vedova sono state ampie e confirmatorie di alcune richieste.

Condivisione della politica di apertura verso gli automobilisti, oggi tutti si rendono conto che non possiamo trattare gli automobilisti come dei limoni da spremere fino all’ultima goccia.

Più Europa in Italia, una maggiore e stringente collaborazione nel campo della difesa e della politica estera queste sono le tematiche della coalizione che si racchiude nella lista Scelta Europea, che è bene ricordare è composta da Centro Democratico, Scelta Civica per l’Italia e Fare per fermare il Declino.

Al dibattito ha partecipato anche Gabriele Marchese, candidato alle elezioni regionali con la lista Abruzzo Civico nella colazione con il candidato presidente Luciano D’Alfonso.

Redazione….

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie