pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Territorio

Turdò accusa: Abruzzo Civico è stato un grande imbroglio!!! Borrelli ti devi dimettere da portavoce..

Redazione - Pubblicato il 12 giugno 2014

Il Presidente Turdò alla presentazione della lista

Intervista al Presidente Antonio Turdò, candidato al Parlamento Europeo e fondatore di Abruzzo Civico, lista che ha collaborato alla vittoria di Luciano D’Alfonso.

D.Presidente Turdò è stata strana questa campagna elettorale?

R.Guardi sicuramente questa verrà ricordata come una campagna elettorale non dura ma durissima!!!

D.Come mai, secondo lei?

R. I motivi sono tanti,la mancanza ormai di ogni costrutto ideologico, lo spaesamento che attraversa tutta la società italiana, la difficoltà del vivere quotidiano portano ad un malcontento che si è riversato  sulla politica e naturalmente anche su noi candidati europei  in generale. Infatti nelle realtà dove non si svolgevano contemporaneamente le comunali e le regionali il quorum di votanti è stato molto basso.

D. Ma anche gli attori nazionali hanno voluto questo?

R. Ma chiaramente la radicalizzazione della elezione europea , con una campagna elettorale che a dir poco è stata ridicola e penosa, soprattutto per colpa di Grillo( io sono come Stalin e Hitler, se vinciamo noi andiamo al Quirinale e prendiamo a calci Napolitano, andiamo a Palazzo Chigi e facciamo volare dalla finestra Renzi) , sono frasi e modi che hanno intimorito e spaventato l’elettorato a tal punto da indirizzare il voto verso il PD e i partiti intermedi ne hanno risentito.    

D. Ma questo è un popolo strano?

R. Guardi, io ritengo ancora surreale il consenso che ha ricevuto Forza Italia, quasi il 17% con 13 eurodeputati eletti. Mi sembra assurdo!!!  Un partito che durante le elezioni  ha l’uomo di fiducia personale come Marcello Dell’Utri in galera a Beirut in Libano, il principale organizzatore di Forza Italia Claudio Scajola a Poggioreale in galera, il Presidente-fondatore e proprietario agli arresti domiciliari con obbligo di assistenza nella casa di riposo cioè Silvio Berlusconi e cosa vi deve fare di più un partito per non votarlo? Si può essere così creduloni e sperare nel riscatto civile di un popolo così.

D. In Abruzzo invece le cose sono andate meglio o peggio?

R. Vede le elezioni avevano un esito scontato , primo perché il centrodestra non ha avuto il coraggio di cambiare il candidato presidente,ormai impresentabile e secondo poiché il Movimento 5 stelle ha fatto una finta campagna elettorale con una finta candidata alla Presidenza. A queste due palesi debolezze mettiamoci che Luciano è un tourbillon di collegamento con vari segmenti della società abruzzese e il tutto torna.

D. Italia Unita, il movimento degli automobilisti ha fondato Abruzzo Civico, che però lo possiamo dire ha avuto un pessimo risultato?

R. Bè definirlo pessimo mi sembra esagerato, il problema è stato di mancanza di coerenza tra l’idea e l’azione. Mi spiego meglio. Quando abbiamo fondato Abruzzo Civico , oltre la pantomina che si è inventato il Portavoce Borrelli, dei contatti con i tre candidati presidenti come se Abruzzo Civico sarebbe potuto finire ad un accordo con il desaparecidos Chiodi e i quattro fasci stelli che lo circondano, un inganno al quale molti non hanno abboccato ma che l’inacantatore ha continuato a ripetere per giorni come una litania stonata, come dicevo noi puntavamo ad un gruppo dirigente e di candidati sganciati dalla partitocrazia e dal disastro del centrosinistra e del centrodestra precedente. Gli slogan, falsi e burleschi, “ la rabbia costruttiva, facciamo i conti con il guantone del pugile” puri palliativi per vecchie bacucche pronte a bersi le frottole dell’incantatore di turno. Noi avevamo chiesto qualità e non quantità. Abbiamo intruppato la lista di transfughi, pezzi di partitocrazia sfascista, persone che come diceva un mio conoscente nella vita hanno fatto i funzionari a libro paga dei partiti, quelli che ti vergogni persino di dire che lo conosci, queste sono le puttanate che ha fatto quel tal Giulio Borrelli, una persona sradicata dalla realtà che dopo aver buttato al mare la possibilità di vincere ad Atessa e venuto a rompere le uova in Abruzzo per fare peggio degli altri.

Non abbiamo preso nemmeno un voto etico, nemmeno un voto contro la partitocrazia, contro la corruzione e il malgoverno, anzi in modo increscioso una notte abbiamo litigato fino a tardi per candidare una persona impresentabile e la mattina gli sono piombati addosso due avvisi di garanzia con mezzo codice penale di capi d’accusa.E per fare tutto questo macello c’era bisogno di mettere su Abruzzo Civico? Mi aspetto a breve una sana discussione e una ridda di dimissioni nella lista altrimenti è meglio chiudere!!!

Intervista realizzata da Claudia Mistichelli

 

 

MOVIMENTO ITALIA UNITA-PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA

SAN SALVO, VIA F. PARRI N.8. 

San Salvo, 12 giugno 2014                      Il Presidente

                                                                         Antonio Turdò

Siti: www.vastesenews.it

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie