pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Primo Piano

Turdò plaude ad una manovra finanziaria veramente popolare e moderata!!!

Redazione - Pubblicato il 20 dicembre 2015

Il Presidente Antonio Turdò

Cominciano a vedersi i frutti del lavoro intelligente fatto dalla maggioranza sulla manovra finanziaria che è realmente vicina ai ceti popolari e moderati.

Oltre ad eliminare la proposta di tassare finanche le biciclette in questi giorni stanno emergendo delle proposte concrete che vanno a privilegiare i possessori di case che la danno in comodato d’uso ai figli, alle famiglie numerose, alle neomamme ed agli over 75 anni. Una manovra in cui ci riconosciamo!!! Il Presidente del movimento Antonio Turdò così  commenta :

” Vedo in questa manovra il lavoro certosino e concreto realizzato soprattutto dal gruppo di Scelta Civica , guidato dal Sottosegretario Enrico Zanetti, che ha redatto degli emendamenti realmente premianti della società civile, impegnata e vicina alle famiglie.  La riduzione dell’IMU e della TASI sulle seconde case date in comodato ai figli che abitano nello stesso comune è un grande atto di riconoscenza ai tanti che nella vita hanno lavorato e prodotto per la famiglia e per i propri figli. Qui vedo un vero segnale verso il ceto medio che ormai non ha più sponde politiche di salvaguardia e di tutela.

Altro momento edificante verso i giovani la possibilità di acquisto della casa in leasing come le macchine,purchè sia la prima casa.

Il provvedimento verso le mamme per il congedo familiare e l’introduzione del voucher baby-sitter esteso alle lavoratrici autonome ed alle imprenditrici è anche un richiamo forte ai tanti titolari di partita IVA che ormai sono orfani  senza padri e penso che il gruppo di Scelta Civica lo possa e debba rappresentare in modo virulento. 

I neopapà avranno due giorni invece che uno di congedo, sempre nell’ottica di tutelare la famiglia.

Verso il Sud questa manovra non fa proclami , come qualche governo del passato, ma atti concreti e diretti come gli sgravi per chi investe in macchinari,impianti ed attrezzature per un totale di 2,4 miliardi e il prolungamento degli sgravi per il 2017 per i neo assunti è un forte voce a favore dell’Impresa merdionale ed anche un segnale di fiducia che dobbiamo ricominciare ad investire e lo Stato fa la sua parte.

Il Presidente Turdò con onorevoli Sottanelli e Rabino di Scelta Civica presso la Galleria dei Presidenti a Roma nella Camera dei deputati

Per noi automobilisti l’estensione al controllo da remoto anche della revisione e della RC Auto è ineludibile, dobbiamo essere onesti nel riconoscere che così non poteva andare avanti, in Itali viaggiano circa 6 milioni di veicoli senza assicurazione, una cosa inaccettabile.

Qualcosa non ci piace , come la eliminazione della supertassa sugli yacth di lusso introdotta dal governo Monti, anche se in questo caso dobbiamo guardare in faccia la realtà. L’Italia è quella nazione nella quale il lusso è parte fondamentale di un processo produttivo che si articola in imprese che danno lavoro agli operai, agli artigiani manifatturieri che implementano la ricchezza ed il reddito di tanti autonomi quindi , in buona sostanza, il lusso è economia reale e non virtuale e solo Dio sa quanto ne ha bisogno questa nazione della crescita economica.

Avremmo voluto che si mettesse mano definitivamente al bollo auto, una tassa odiosa e inutile, che si potrebbe agganciarla al costo del carburante  come si è fatto per la RAI che si è collegato alla bolletta elettrica.

Speravamo poi in un provvedimento che riequilibrasse il sistema pensionistico verso i lavoratori autonomi, ci sono migliaia di muratori, panificatori, commercianti che dopo 35 anni di servizio e contributi pagati al sistema percepiscono una pensione vicina ai 600 euro , meno dei titolari e pensioni sociali che non hanno versato nemmeno un contributo,Una grande ingiustizia!!!

Per ultimo è necessario se realmente crediamo che l’Italia possa ripartire riaprire la legge 488/92( una grande legge a favore delle imprese), con un bando che dia sostegno reale alla realtà produttiva con la zonizzazione delle sovvenzioni, gli sgravi vanno bene dove è possibile l’attualizzazione del contributo ma dove non è possibile bisogna ritornare al fondo perduto”.

%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%

Segue elenco dei provvedimenti approvati dalla Camera dei deputati.

Una card per le famiglie numerose.  La misura è riservata alle famiglie, residenti, anche se straniere, con almeno tre figli minori: è volontaria e servirà, in base all’Isee, di ottenere sconti a servizi privati e pubblici che aderiranno all’iniziativa. Obiettivo sono abbonamenti famiglia a bus, ma anche la creazione di gruppi di acquisto solidali e familiari nazionali

Sicurezza. Arrivano i fondi per combattere l’emergenza terrorismo. Le coperture sono state trovate aumentando il deficit dal 2,2 al 2,4%. Il governo mette a disposizione un miliardo, tra cui 150 milioni di euro per contrastare il cybercrime, 50 milioni per gli equipaggiamenti delle forze dell’ordine, 35 milioni di euro per le assunzioni sempre di polizia, carabinieri e guardia di Finanza e 300 milioni per il bonus da 80 euro al mese per le forze dell’ordine. Mobilitati anche i poliziotti che stanno in ufficio e chi è addetto alla scorta. Altre risorse poi sono destinate in particolare al settore della Difesa. Sì anche al credito d’imposta (15 milioni) per favorire l’acquisto da parte di cittadini di impianti di videosorveglianza elettronica.

Bonus cultura per i più giovani, ma non solo. Via libera al bonus di 500 euro per i diciottenni da usare per iniziative culturali, tra cui “l’acquisto di libri” e l’ingresso “in aree archeologiche, gallerie e monumenti”, oltre che in “musei, mostri, eventi culturali e spettacoli dal vivo”. Sì anche a 1000 euro una tantum per l’acquisto di strumenti musicali da parte degli studenti iscritti ai conservatori. E in più i cittadini potranno, dal 2016, destinare il 2 per mille dell’Irpef in favore di una associazione culturale. Il 10% di tutti i compensi incassati invece dalla Siae saranno destinati all’attività di promozione culturale per “garantire la creatività dei giovani autori”. Tra i tanti emendamenti approvati anche una proposta che stanzia 120 milioni in 4 anni per la valorizzazione dei beni culturali.

Salva banche e salva risparmiatori. Sul salvagente ai quattro istituti di credito messo a punto dal governo alla Camera è stata battaglia. Passa il dl del governo, arricchito da una serie di misure che parzialmente salvaguardano anche quei risparmiatori che hanno investito nei bond più rischiosi.

Assunzione medici. Via libera a contratti flessibili fino a luglio e prorogabili fino a ottobre, in attesa della ricognizione dei fabbisogni da fare entro marzo, poi concorso straordinario destinato per il 50% ai precari.

Istruzione. Arrivano fondi per le scuole paritarie e anche per quelle statali (23 milioni circa). Rinviato però di un anno il cosiddetto ‘school bonus’, vale a dire il credito di imposta per le erogazioni liberali. Aumentato anche il fondo ordinario per gli atenei: 6 milioni in più il prossimo anno, che potranno servire per assumere professori di prima fascia.

Welfare. Sale dal 2016 la no tax area per le pensioni, che non verranno ridotte se l’inflazione finisce sotto zero. Per loro resta la soglia di 1.000 euro per i pagamenti contanti. Arriva anche l’indennità di disoccupazione per i co.co.co.

Mamme. Novità anche per il congedo obbligatorio di maternità, che d’ora in poi sarà valido ai fini del premio di produttività. Fa poi il suo ingresso, in via sperimentale, il voucher baby sitter esteso alle madri lavoratrici autonome e imprenditrici. La battaglia su ‘opzione donna’ è invece vinta a metà: ok al pensionamento anticipato ma solo se “dovesse risultare un onere inferiore rispetto alle previsioni”.

…e papà. I neopapà avranno due giorni (e non più uno) di congedo obbligatorio, anche non consecutivi.

Casa. D’ora in poi sarà possibile comprare la prima casa in leasing, proprio come l’automobile. Ma non solo: dopo le novità introdotte in Senato, a Montecitorio i deputati hanno deciso che anche la seconda casa, posseduta nello stesso Comune in cui si risiede, se data in comodato ai figli godrà dell’esenzione del 50% di Imu e Tasi.

Giochi. Come annunciato sempre durante l’esame a Palazzo Madama, rivisto anche il settore dei giochi: insieme a ritocchi sul fronte della tassazione, arriva lo stop alla pubblicità in tv e radio (ma non su internet) dalle 7 alle 22.

Sud, arriva credito d’imposta. Dura 4 anni anni e riguarda per le aziende del Mezzogiorno che investono in macchinari, in impianti e in attrezzature per un totale di 2,4 miliardi. Prevista anche la proroga degli sgravi per le assunzioni al 2017 nel caso in cui vengano certificati fondi residui del Pac.

Ecobonus. Chi ha un vecchio camper ora lo potrà rottamare e se lo cambia con euro5 potrà beneficiare di un contributo di 8.000 euro. Restando nel campo dell’ ambiente, ok all’ecobonus per sistemi di controllo a distanza del riscaldamento.

Spiagge. Arriva una moratoria per i contenziosi che ‘salva’ la prossima stagione turistica per gli attuali concessionari, in attesa del riordino complessivo della disciplina. La sospensione dei contenziosi amministrativi non vale per Comuni e municipi commissariati o sciolti per mafia, come quello di Ostia.

Autovelox e Rc auto. L’elenco delle violazioni che possono essere accertate con apparecchiature di rilevamento, dunque anche gli autovelox, si aggiungono le revisioni dei veicoli e le assicurazioni Rc auto.

Niente supertassa yacht lusso. Eliminata la ‘supertassa’ sulle imbarcazioni di lusso introdotta dal governo Monti.

Canone Rai. Nel 2016, i 2/3 (quota che poi cala al 50%) del tesoretto che arriverà col canone Tv da 100 euro nella bolletta della luce finiranno nelle casse della tv pubblica. Il resto servirà ad ampliare la platea degli over 75 che non devono pagare il balzello e per finanziare radio e tv locali.
Bancomat per caffè e parcheggio.  Si potrà pagare un caffè con il bancomat e, da luglio, i parcheggi nelle strisce blu.

 

Il Presidente Antonio Turdò

( Candidato al Parlamento Europeo con la lista Scelta Europea)

San Salvo(Chieti), 19 dicembre   2015                    

MOVIMENTO ITALIA UNITA-PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA

Sede Nazionale: Via Flaubert n.22-00186 Roma(RM).

Sede Legale: Via F.Parri,8-66050 San Salvo(CH)-

Via II Vico Umberto In.23 66050 Carunchio(CH)

Tel. 3331077384-email: comitatoprotrignina@virgilio.it-www.vastesenews.it;

POST SCRIPTUM

Questa e-mail ti e’ stata inviata da  ITALIA UNITA- PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA quale titolare del trattamento.

ITALIA UNITA- PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA  non e’ responsabile dei contenuti di terzi presenti in questa e-mail.

Non rispondere direttamente.


Se non desideri piu’ ricevere da parte di ITALIA UNITA- PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA   comunicazioni promozionali  sociali, politiche e/o informative relative alle proprie attività comunica la tua intenzione.

 

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie