pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Primo Piano

Turdò inchioda i populisti antieuropei: Mentono spudoratamente!!!

Redazione - Pubblicato il 04 maggio 2014

Il Presidente Turdò con il Candidato Presidente Guy Verhofstadt

Intervista al Presidente Turdò sulla uscita dall’euro ed il ritorno( fantasioso)della lira!!!

D.Presidente Turdò, si entra nel vivo della campagna elettorale?

R. Si ormai siamo in pista, come si dice, anche se io sono già due settimane che giro Abruzzo e Molise in lungo e largo, abbiamo fatto Ortona due volte,Ripa Teatina,Gissi, Isernia, ieri Napoli e Montesilvano, oggi pomeriggio San Salvo.

 

D. Quali sono state le reazioni?

R. Grande ascolto per grande volontà di cambiamento e rinnovamento.

 

D.Ma come si fa a parlare di Europa quando in tv “folleggiano” i populisti?

R. Guardi ieri ho avuto la dimostrazione a Napoli e Montesilvano che una buona parte degli italiani non sono contro l’Europa ma vogliono una Europa che non sia solo monetaria ma sia di unione dei popoli, con una politica estera comune( pensi che assenza nello scacchiere mondiale sulla questione Ucraina,una certificazione che divisi non contiamo nulla), con una difesa comune, pensi che fino a pochi anni fa avevamo il Friuli pieno di caserme perché il pericolo veniva da est, oggi ad est abbiamo la Croazia, quindi l’Unione Europea. Poi per i populisti da avanspettacolo sapessero quali sono i pericoli ed i problemi della uscita dall’euro.

 

D. Allora le faccio la domanda topica . Ma se tornasse la Lira?

R. Ci sarebbe un disastro. Potrei semplificare come diceva ieri il Ministro Giannini,nel portafoglio rimarrebbero pochi spiccioli. Ma le voglio dare una risposta più organica e completa. Avremmo un costo immediato pro-capite di 9,500-11.000 nel primo anno e sui 5.000 negli altri anni successivi. Ci sarebbe uno tsunami sui titoli di Stato, dal giorno dopo verranno svalutati del 40 per cento e i tassi d’interesse balzeranno al 30%. La nuova lira si deprezzerebbe anche del 50 per centro nei confronti dell’euro, diciamo che saremmo al livello della moneta rumena. Chiaramente subiremo immediatamente una introduzione di dazi commerciali pari al deprezzamento su tutte le forniture verso i paesi UE.

 

D. Ancora altri problemi?

R. Chiaramente si avrebbe una crescita dei “crediti di dubbia o difficile esigibilità” in gergo si chiamano “ non performing loans( Npl). Nel giro di uno o due anni gli Npl potrebbero aumentare del 30 per cento,trasformandosi ,in buona parte,in perdite per banche e intermedari finanziari. Con una svalutazione che sfiora il 40 per cento dal giorno dopo al supermercato i prezzi subiranno dei rincari del 15/20 per cento. Nella produzione industriale italiana il 60% del valore dei prodotti è composto di materie prime e semilavorati importati, quindi ci sarebbe una pesante ricaduta sui prezzi delle materie prime. Uscendo dall’euro,l’Italia sarebbe colpita da una impennata di inflazione, generata dalle materie prime importate,pari almeno al 30%. Per finire alla ciliegina sulla torta.

 

D. Che sarebbe?

R. Torneremo a 20 anni fa , con i mutui a tasso fisso intorno al 15/17 per cento che significa impossibilità a contrarre e quindi a comprarsi casa, mentre oggi paghiamo intorno al 5/7 per cento. Avverrà che le persone che vengono dai paesi UE o Svizzera torneranno a pontificare ed a schernire sulle nostre miserie, non ci voglio nemmeno pensare ad una Italia in stato comatoso quasi pre-fallimentare.

Intervista effettuata da Marisa Coin

San  Salvo, 4 maggio 2014

Antonio Turdò , candidato con la lista Scelta Europea, nelle regioni di Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria, Basilicata e Campania. Recapito telefonico 3331077384

Pagina facebook e twitter  antonioturdò.

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

2 Commenti per questo articolo

  1. stefano78 scrive:

    Dato che questo signore ha immediatamente cancellato un mio commento su fb dopo che sono stato contattato da lui tramite propaganda politica, ripeto il mio commento fatto su fb qui su questa testata in modo che lo legga per bene:
    Non la voterei nemmeno sotto tortura dato che se l’italia è in queste condizioni è grazie al suo amico Monti e co.
    P.s. abbia almeno il coraggio di rispondermi qui se ha qualcosa in contrario.

  2. stefano78 scrive:

    Ho avuto risposta…. evidentemente non si era aggiornata la pagina…. cmq lo ringrazio per la risposta e continuo a non essere d’accordo con la sua linea… in bocca a lupo!

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie