pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Primo Piano

Italicum, è la settimana della Consulta. Turdò: una legge per votare subito. Italia Unita ci sarà contro la partitocrazia

Redazione - Pubblicato il 22 gennaio 2017

Questa settimana è una settimana  importante per capire le sorti della legislatura. Gli occhi sono puntati sulla Consulta per conoscere il destino dell’Italicum, la legge elettorale italiana del 2015 che prevede un sistema proporzionale a doppio turno a correzione maggioritaria, premio di maggioranza, soglia di sbarramento e cento collegi plurinominali con capilista “bloccati” e al vaglio della Suprema Corte. Martedì 24 gennaio è atteso il pronunciamento sulla incostituzionalità di alcune parti, ma non è escluso che i giudici possano prendersi qualche giorno in più per esprimersi nel merito.

La sentenza è molto attesa da partiti e forze politiche che subito dopo l’esito del referendum costituzionale lo scorso 4 dicembre hanno invocato un ritorno alle urne il più presto possibile. In primis una parte del Pd, quella vicina al segretario Matteo Renzi, la Lega Nord e il Movimento 5 Stelle. Importante ricordare che per conoscere le motivazioni della sentenza della Consulta sull’Italicum si dovrà attendere qualche giorno per capire quali dovranno essere i criteri determinanti per la scelta del nuovo sistema di voto. E sulla base di questo, definire progetti politici e alleanze.

La prossima settimana potrebbe essere decisiva per le sorti della legislatura: dopo la sentenza della Consulta, infatti, si entrerà nel vivo del confronto sulla riforma elettorale, sia sul fronte politico che sul fronte parlamentare. Un dibattito che animerà la scena politica delle prossime settimane.

 

Antonio Turdò presidente nazionale di Italia Unita, movimento degli automobilisti: la Consulta dia presto una legge per votare subito

«Noi pensiamo che in  questo momento drammatico di sofferenza per il Paese bisogna fare presto. La Consulta martedi’ dia agli italiani e al Parlamento una legge elettorale con cui andare a votare subito, ormai non è più tempo di “ciurlare nel manico”. «Abbiamo bisogno di un Parlamento e di un Governo legittimi e credibili che facciano in fretta, siano preparati e comincino a costruire, a prevenire, a spendere e ad assumere. Cose che questo governo non e’ in grado di fare, abbiamo bisogno di fare le riforme che interessano ai cittadini, nuove leggi veramente vicine alle loro esigenze che ci permettiamo di elencare:

1) Un vero reddito che dia dignità ai più poveri;

2) Dare case e sistemazioni vere agli italiani colpiti nelle varie disgrazie;

3)Una vera riforma del codice della strada per tutelare gli automobilisti;

4)Per i titolari di contributi la pensione minima verrà portata a 1000 euro al mese per 13 mensilità;

5)Aumentare la no tax area fino a 10.000 euro;

6) Rimodulazione delle  aliquote irpef ed irpeg;

7) Repubblica Presidenziale ad un solo turno;

8) Abolizione dei vitalizi nella politica ad ogni livello;

9) Accorpamento e fusione di tutti i comuni sotto i 5000 abitanti;

10) Riduzione delle regioni e riorganizzazione delle provincie su tematiche specifiche, viabilità scuole e lavoro;

Queste votazioni saranno una grande battaglia contro la partitocrazia, contro chi vuole continuare a sostenere i pagnottisti, contro coloro che vogliono un popolo libero, sereno e orgoglioso”.

 

Il Presidente Antonio Turdò 

 San Salvo, 22 gennaio  2016                    

 MOVIMENTO ITALIA UNITA-PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA

Italia Unita – Sede Nazionale: Via Flaubert n.22-00186 Roma(RM).

Sede Legale: Via Giovanni Paolo I, n.17-66050 San Salvo(CH)-

Via II Vico Umberto In.23 66050 Carunchio(CH)

Tel. 3331077384-email: comitatoprotrignina@libero.it-www.vastesenews.it;

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie