pubblicità 333.10.77.384

Categoria | Primo Piano

Italia Unita vuole il terzo ufficio postale a San Salvo

Redazione - Pubblicato il 07 agosto 2014

Incomprensibile la posizione delle Poste Italiane sul terzo ufficio postale a San Salvo

In questi giorni è arrivata la risposta ufficiale: Non se ne parla, Poste Italiane non ha alcuna intenzione di aprire un terzo ufficiale postale a San Salvo in quanto “l’attento e costante monitoraggio sui flussi di traffico e sui volumi di attività degli uffici ha evidenziato come l’attuale organizzazione operativa risulti in grado di soddisfare la domanda della clientela”.

 A sostenerlo è la responsabile nazionale di Poste Italiane dell’ufficio Affari regolamentari e istituzionali che ha risposto a una serie di lettere inviate dal Comune di San Salvo dopo la delibera comunale approvata all’unanimità nella seduta del 6 maggio scorso, con la quale si richiedeva a Poste Italiane di considerare l’apertura di un terzo ufficio in aggiunta a quelli esistenti in via dello Sport e a San Salvo Marina.

 

Noi di Italia Unita , partito dell’automobilista, siamo fermamente contrari è una posizione che non tiene da conto di due aspetti fondamentali sia interni al mondo delle Poste Italiane che esterno.

L’aspetto interno è dato dal fatto che ormai l’organizzazione delle Poste si è così diversificata nel comparto bancario e finanziario  che sempre per più motivi e interessi sta diventando centrale la figura dell’ufficio postale e questo giustifica una sempre maggiore presenza di persone ed utenti.

L’aspetto esterno , che forse le Poste Italiane non tengono bene in conto è che questa città , di carattere commerciale e industriale, è abitata oltre che da 21 mila abitanti ma ha oltre 5000 persone che quotidianamente si recano per lavoro e servizi e che spesso usufruiscono dei servizi postali, senza tenere da conto della marina che nei periodi estivi cresce a dismisura e anche a nord , tutti gli abitanti di Contrada Ributtini , pur essendo comune di Cupello , usufruiscono dei servizi della città di San Salvo.

Quindi in buona sostanza questa è la realtà alla quale  le Poste Italiane S.p.A. deve dare risposte, casomai a nord verso la 167 , al limite anche con i servizi minimi postali, gestione conti correnti e pagamenti bollette… ma una risposta bisogna darla!

Il Presidente del movimento Antonio Turdò invita ad una nuova riflessione i dirigenti di Poste Italiane ed a una nuova valutazione sulla scelta ed a dare risposte concrete anche alla luce dell’autorevole decisione dell’intero Consiglio comunale che ha votato un ordine del giorno.

Il Presidente Antonio Turdò

San Salvo, 07 agosto  2014                    

MOVIMENTO ITALIA UNITA-PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA

SAN SALVO, VIA F. PARRI N.8. 

Tel. 3331077384- email: comitatoprotrignina@virgilio.it

 

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie