pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Lavoro

Caro Bersani, scusa, ma il tuo ragionamento è desueto!!!

Redazione - Pubblicato il 21 luglio 2015

Il Presidente Antonio Turdò

Nella giornata di ieri si è levato con ampio clamore e risonanza mediatica la critica di Pierluigi Bersani nei confronti del premier Renzi e della sua proposta di abolire completamente la tassazione sulle prime case, cioè togliere anche la tasi sulle stesse.

La critica è scivolata da un lato tecnico subito sul fronte politico, accusando Renzi di fare una politica di destra oppure quella “ voluta da Berlusconi”, in questo suffragato da voci similari di Visco e Fassina.

Noi pensiamo che questo modo di ragionare sia desueto, attenzione non vecchio,  che è proprio di quello che non si vuole abituare al mondo che cambia, alla società che cambia, alla cultura democratica e progressista che cambia.

Cosa significa il ragionamento che afferma che l’abolizione delle tasse è di destra? Facciamo quello che vuole Berlusconi?

Abolire le tasse invece è un principio democratico e progressista che si staglia in una grande riforma della organizzazione statale che tutti vorremmo meno pressante e presente. Si pensi solo per fare un esempio all’intero comparto del TPL ( trasporto pubblico locale) dove non riusciamo a privatizzare corse di navi, treni e autobus in una logica statalista che ad oggi rifiuta persino la Russia. Le tratte sono pubbliche ma non i vettori!!! Sicuramente il padre delle liberalizzazioni sa di cosa stiamo parlando, in un comparto così strategico siamo ancora fermi al Decreto Burlando di circa 20 anni fa!!!

Ma la cosa che più fa riflettere è il paragone alla politica di destra che vorrebbe favorire i ricchi e colpire “ i meno abbienti”???

Intanto facciamo notare che noi di Italia Unita aspettiamo ancora un segnale positivo per gli automobilisti, l’abolizione delle accise sulla benzina o in alternativa la cancellazione del bollo auto, ma vogliamo far risaltare che questo ragionamento è falso e tendenzioso, e mi spiego meglio!!!

Sul fronte previdenziale continua , una certa parte del mondo democratico, a ritenere i lavoratori autonomi dei benestanti ricchi e in molti casi veri e propri evasori.

Noi pensiamo che invece solo in Italia sta avvenendo una cosa assurda, che è quella dei lavoratori autonomi che dopo 35/ 40 di versamenti di contributi, cioè versando quasi 100 mila euro,  prendono 580 euro di pensione a calcolo ed invece colui che arriva a 65 anni senza un giorno di contributi prende attualmente 608 euro di pensione. Ma Bersani chi sono i meno abbienti gli italiani o stranieri che non hanno pagato un euro al sistema e prendono 608 euro oppure quelli che hanno versato e diventano dei morti di fame? Ma una vera riforma di sinistra non sarebbe quella di dare almeno 1000 euro al mese a coloro che hanno versato 40 anni di contributi, siano essi dipendenti o autonomi? Una vera riforma democratica, visto che la pensione è un fatto sociale, non sarebbe quella di porre un limite di 3000 euro ai trattamenti pensionistici?

In poche parole, voglio dire che la riduzione delle tasse sulla casa, sul lavoro autonomo con l’abolizione dell’IRAP, sulla no tax area, sembra così impossibile rendere esente da tassa fino ai primi 12.000 euro e così si aiuterebbe veramente i meno abbienti, sono forse politiche di destra? No caro Bersani ,  è realmente una politica democratica , liberale cioè di colui che ha una visione socialdemocratica!!!

Il Presidente Antonio Turdò

( Candidato al Parlamento Europeo con la lista Scelta Europea)

 

San Salvo(Chieti), 21 luglio  2015                    

MOVIMENTO ITALIA UNITA-PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA

Sede Nazionale: Via Flaubert n.22-00186 Roma(RM).

Sede Legale: Via F.Parri,8-66050 San Salvo(CH)-

Via II Vico Umberto In.23 66050 Carunchio(CH)

Tel. 3331077384-email: comitatoprotrignina@virgilio.it-www.vastesenews.it;

POST SCRIPTUM

Questa e-mail ti e’ stata inviata da  ITALIA UNITA- PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA quale titolare del trattamento.

ITALIA UNITA- PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA  non e’ responsabile dei contenuti di terzi presenti in questa e-mail.

Non rispondere direttamente.


Se non desideri piu’ ricevere da parte di ITALIA UNITA- PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA   comunicazioni promozionali  sociali, politiche e/o informative relative alle proprie attività comunica la tua intenzione.

 

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie