pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Gossip

Turdò afferma: Italia Unita è in Abruzzo Civico per dare vita ad un nuovo corso della politica del movimento

Redazione - Pubblicato il 20 gennaio 2016

La Direzione regionale di Abruzzo Civico in una recente riunione

Pochi giorni fa si è svolta la Direzione regionale di Abruzzo Civico che ha sancito la definitiva rottura del vecchio blocco di potere assolutista e quasi monarchico verso una vera e propria democratizzazione della nostra associazione.

D.Chiediamo al Presidente di Italia Unita , Antonio Turdò perché la rottura e di chi è la colpa?

R. Io personalmente ho sempre osteggiato certi personaggi , venditori di fumo, poiché dopo un incontro nel quale lui veniva a fare il giornalista alla presentazione del mio libro “ I Vampiri della Trignina” mi resi conto che non ci stava con la testa..e soprattutto non conosceva il suo ruolo.

La colpa è anche nostra che abbiamo dato troppo potere a chi non ne aveva diritto è stata una ingenuità che non si ripeterà mai più in tutta la nostra vita.

D.Ma operativamente cosa pensate di fare e come vi muoverete?

R. Intanto l’Assemblea dei soci ha nominato il nuovo direttivo regionale che si sta riunendo spesso e si stanno dando anche degli impegni di lavoro a diversi suoi componenti.

Sono stati nominati alla direzione regionale oltre al Presidente On.Giulio Cesare Sottanelli, i seguenti componenti:  Simone Carlo,La Barba Domenico, D’Alessandro Maria,D’Angelo Catia, Frullini Annarita,Turdò Antonio, Di Campli Antonello Finore,Ranghelli Luca, Cassone Michele, Pomante Gianluca, Basilico Paolo, Cordoni Siriano, De Simone Gabriele e Petrucci Mauro, Ezilde Ferrara e Giulio Borrelli.

 D.Mi scusi ma Giulio Borrelli non lo avete ancora cacciato?

R. A calci nel sedere!!!! Ci sono delle procedure per le quali sarà cacciato a breve!!

D. Ma l’uscita degli eletti non svuota di contenuto politico l’organizzazione?

R. Guardi per noi di Italia Unita che siamo tra la gente pensiamo che la politica la si fa con il popolo e non solo nelle Istituzioni,poi diciamo la verità i due consiglieri regionali non stanno brillando per iniziative politiche lungimiranti e credibili. La cosa assurda che ad una nostra convocazione non si siano sentiti in obbligo di presentarsi, ma come tu sei nel “mio partito” – costituito con altri ma anche mio- e non ti senti in obbligo di chiarire o verificare, a questo punto meglio cacciare tutti!!!

D. Non mi dica che questi meritavano di essere cacciati per l’assenza ad un incontro di chiarimento? Dietro ci sono i soldi?

R. Ma è chiaro che vogliamo anche quelli… E’ troppo bello farsi eleggere grazie alla collaborazione di 29 persone, i candidati ed un simbolo e logo che noi abbiamo creato ed il giorno dopo non renderci conto di cosa avete fatto e di quanto avete speso. Avete preso l’impegno di riversare il 10 % per centodi quanto avete incassato bene lo dovete fare se avete un minimo di dignità!!

In Italia Unita sarei andato a casa loro ad impiccarli politicamente!!! La politica per noi è legalità , moralità e dignità!!!

D. Concretamente come pensate di muovervi?

R. Intanto abbiamo registrato il marchio anche per tutelarci da eventuali “brutte copie”, poi abbiamo costituito una commissione d’inchiesta o di verifica sui conti di Abruzzo Civico , su quanti contributi hanno percepito , come hanno speso i soldi eccetera. Quali assunzioni sono state fatte al gruppo regionale , alla commissione..non vorremmo fare come la Lega in cui la parentopoli la fa da padrone e se è così che almeno lo sappiano i cittadini abruzzesi.

D. I quali non sono molto contenti dell’attuale maggioranza che governa la regione?

R. Guardi proprio ieri abbiamo dovuto denunciare l’arretratezza anche culturale nel palesare o evidenziare il deficit programmatico di D’Alfonso sul Masterplan che ha totalmente dimenticato l’Abruzzo citeriore. Quello che avevamo detto due anni fa non riusciamo a mantenerlo, oltre al torto subito proprio da Abruzzo Civico che ha visto riconosciuto il suo peso dopo 18 mesi con la nomina di un assessore. Quindi contrariamente a ciò che pensavamo Luciano D’Alfonso si è rivelato uno che naviga a vista, non ha il coraggio delle scelte ed in alcuni casi e schiavo del partitismo…

D. Ma nel nuovo Abruzzo Civico, Presidente Turdò le va tutto bene?

R. In che senso?

D. La zolfa le piace?

R.Ho capito, vede noi veniamo dal popolo, abbiamo circa 700 associati che cerchiamo di avere vicino e quindi per noi è prevalente parlare di tematiche e di problemi che riguardano gli automobilisti, quando vediamo persone che rappresentano solo se stesse o peggio ancora hanno avuto responsabilità di governo sfasciando enti, comuni e province in questo senso la zolfa non mi piace. A breve nomineremo il nuovo Coordinatore regionale( carica a cui non sono interessato) ,mi auguro che sia una nuova leva della politica , una faccia pulita che cerchi di fare sistema condividendo con tutte le associazioni le iniziative politiche da intraprendere.   

D. Intanto incombono le comunali?

R. Guardi ci stiamo muovendo,anche se in modo asimettrico, a Roseto una grande coalizione sostiene la candidata Rosaria Ciancaione, a Francavilla sosteniamo Antonio Luciani, a Lanciano Tonia Paolucci, ed a Vasto stiamo attivando contatti con gruppi civici, me ne stò occupando personalmente.

D.In molti comuni piccoli si voterà tra cui la sua Carunchio?

R. Abbiamo iniziato un ragionamento su una idea di unire le forze verso una Carunchio unita e civica per il cambiamento,ci sono delle resistenze che dobbiamo avere la forza di superare. Forse molti non hanno capito che il paese ha preso una deriva pericolosissima e non può diventare un luogo dove sopravvive ma bisogna vivere. Non esiste attività culturale,turistica, le attività economiche chiudono, le case sono invendute, i nostri compaesani che stanno fuori ci odiano per le tasse esagerate sugli usi civici e sulla nuova Tari dove nessuno va a rendersi conto di cosa combina l’Unione del Sinello in termini di tariffe o sconti o riduzioni, ci sono azioni per dividere che non fanno bene a nessuno, se non a quelli che non vogliono cambiare lo status quo!!!   

D.Senta Presidente una domanda forte. Ma secondo lei Scelta Civica è un peso e una camicia di forza?

R. Guardi non credo proprio, anzinè l’una e né l’altra.Il referente di Scelta Civica in Abruzzo (On. Giulio Cesare Sottanelli) è una persona squisita, duttile che stà tirando la barca. Avere un riferimento nazionale è un valore aggiunto in una dinamica politico elettorale che tra parentesi con la propulsione di Zanetti riesce a stare sul pezzo in modo puntuale  e preciso.

 

Il Presidente Antonio Turdò ( candidato al Parlamento Europeo)

San Salvo, 20 gennaio  2016                    

MOVIMENTO ITALIA UNITA-PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA

Italia Unita – Sede Nazionale: Via Flaubert n.22-00186 Roma(RM).

Sede Legale: Via F.Parri,8-66050 San Salvo(CH)-

Via II Vico Umberto In.23 66050 Carunchio(CH)

Tel. 3331077384-email: comitatoprotrignina@libero.it-www.vastesenews.it;

Intervista realizzata da Claudia Mistichelli

POST SCRIPTUM

Questa e-mail ti e’ stata inviata da  ITALIA UNITA- PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA quale titolare del trattamento.

ITALIA UNITA- PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA  non e’ responsabile dei contenuti di terzi presenti in questa e-mail.

Non rispondere direttamente.


Se non desideri piu’ ricevere da parte di ITALIA UNITA- PARTITO DELL’AUTOMOBILISTA   comunicazioni promozionali  sociali, politiche e/o informative relative alle proprie attività comunica la tua intenzione.

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie