pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Gossip

Turdò accusa: Sull’Expò arrestate i delinquenti ma non fermate il lavoro!!

Redazione - Pubblicato il 15 maggio 2014

Come abbiamo saputo in questi giorni sono scattati gli arresti per i lavori dell’Expò 2015 che vede coinvolti personaggi già sotto inchiesta e arrestati nella prima tangentopoli italiana del 1992,come Frigerio , Primo Greganti ed altri.

Su questa incresciosa situazione la politica si è spaccata tra i pro Expò e quelli che sono contro la manifestazione.

Abbiamo rivolto delle domande al Presidente Turdò, candidato alle elezioni europee con la lista Scelta Europea nel collegio Meridionale che abbraccia le regioni di Abruzzo,Molise, Puglia, Basilicata, Campania e Calabria.

Presidente Turdò quali sono le sue impressioni sui fatti?

Io penso che ancora una volta abbiamo fatto una figuraccia internazionale di cui non avevamo certamente bisogno.

Ma i fatti sono gravi?

Certamente è un bene che la magistratura sia intervenuta e che i malfattori siano  finiti agli arresti e condotti in galera.

Ma la politica stà strumentalizzando gli eventi?

Ma certamente la politica doveva intervenire e penso che il Governo abbia fatto bene a nominare Cantone che vigilerà sulla correttezza degli appalti.

Ma Grillo ha chiesto di chiudere l’Expò?

Grillo non sa di cosa parla, siamo stufi delle cretinate disfattiste. Oggi l’Expò è una realtà dinamica che nel 2015 presenterà la nostra nazione agli occhi dell’Europa e del Mondo. Sono in corso lavori e opere strutturali di prima grandezza che non mortificano ma anzi presentano quella parte dell’imprenditoria nazionale che tanto si è fatta vale in tutto il mondo.

Quindi avanti tutta?

Ma sicuro , vigilando con fermezza e soprattutto agendo senza tentennamenti contro i delinquenti e malfattori, uno come Greganti ficcatelo in galera e buttate la chiave.

Ma gli interessi sono anche di altri?

Sicuro! Nessuno parla dei lavoratori, delle maestranze che stanno lavorando alle opere, ai tanti che saranno assunti nell’anno 2015 a fare la manifestazione, le ricadute sulla ristorazione, sull’alberghiero e sul turismo in generale, sono attese migliaia di persone da tutto il mondo e dei lavoratori nessuno parla. Questo paese ha bisogno di lavoro, ha bisogno di economia, non abbiamo che farcene di un disfattista, abbiamo necessità di costruire e ricostruire su basi nuove moderne e trasparenti questa nazione.

Redazione    

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie