pubblicità 333.10.77.384

Categoria | Esteri

Maltempo, treni fermi verso la Svizzera. Allerta in Liguria

Redazione - Pubblicato il 26 dicembre 2013

Continua l’ondata di burrasca sull’Italia. Una forte nevicata nella notte ha bloccato i transiti ferroviari verso il Cantone del Vallese. In provincia di La Spezia preoccupa la situazione del Magra. Frane in Lombardia.

Il maltempo non dà tregua neanche nel giorno di Santo Stefano, con i collegamenti ferroviari tra l’Italia e la Svizzera che sono bloccati a causa della neve e l’allerta che resta alto in Liguria. Maltempo che, secondo le previsioni, non dovrebbe però durare ancora molto. Già per venerdì pomeriggio sono infatti previste le prime schiarite.
Treni fermi verso la Svizzera – I collegamenti ferroviari tra l’Italia e il canton Vallese in Svizzera sono interrotti dalle 2,30 della notte a causa di una forte nevicata. Il traffico è sospeso nel tratto compreso tra Domodossola e il valico di Iselle per la caduta di alberi sulla sede ferroviaria fa le stazioni di Varzo e Preglia. Nel tentativo di liberare la linea sono al lavoro uomini delle ferrovie svizzere e di Rete ferroviaria italiana. Un treno a lunga percorrenza tra Italia e Svizzera è fermo da alcune ore nello scalo di Domodossola.
Disagi a Napoli – Disagi anche per i collegamenti marittimi nel golfo di Napoli. Sospese le corse degli aliscafi i collegamenti con le isole del golfo – Ischia, Procida e Capri – al momento sono assicurati solo con i traghetti. Nessun problema, invece, per la navi che stanno partendo e arrivando regolarmente nel porto di Napoli.
La situazione in Liguria – Notte di paura invece in Liguria dove l’intensificarsi della “Christmas storm” ha portato il vento fino a 100 km/h e forte pioggia. Durante la notte sono caduti circa 300 mm d’acqua nel genovese e 158 nel savonese dove il fiume Centa è a rischio esondazione. Per questo motivo è stato chiuso il ponte. A Chiavari è esondato l’Entella in tre diversi punti senza però arrecare danni alle persone. Chiusa l’Aurelia nel comune di Borghetto e la provinciale 566 tra Carrodano e Brugnato per i problemi legati alla frana di Ripalta. Nello spezzino preoccupa la situazione del Magra: una piena è attesa tra le 10 e le 12. Nelle zone collinari del genovese sono caduti 300 mm di pioggia mentre a Savona sono caduti 158 mm. Situazione critica anche a Borghetto Vara. Il fiume Vara è a livello di guardia ma per il momento gli argini reggono, così come gli affluenti. Preoccupano le frane come quella di Ripalta e quella che incombe su una piccola frazione collinare i cui residenti sono già stati fatti sfollare. A Ceriana, nell’Imperiese, proprio per motivi precauzionali sono state fatte sfollare 20 persone. Alle 11 nella sala operativa della Protezione civile della Regione Liguria l’assessore regionale alla protezione civile terrà una conferenza stampa di aggiornamento.
Frane in Lombardia - Frane e smottamenti in molte zone del nord Lombardia dove piove ininterrottamente da ieri. L’ultima questa mattina alle ore 6, a Premana nel lecchese, dove sono al lavoro i Vigili del fuoco di Lecco. Ancora non si conoscono i danni. L’episodio più grave ieri in tarda serata a Bellagio nel comasco, dove due persone sono rimaste ferite e intrappolate nella loro auto da una caduta di massi sulla strada statale provinciale 583. Li hanno tirati fuori i Vigili del fuoco di Como; per loro un grande spavento ma solo qualche contusione. Altri interventi a Porlezza, sempre nel comasco, dove stamattina si è staccato un pezzo di roccia che ha invaso la strada provinciale 11. Ad Appiano Gentile interventi per alberi caduti, a Valbrona si è spaccato per la pioggia il muro di un oratorio. I vigili del fuoco di Milano hanno trascorso la notte a Pogliano milanese per il rischio di esondazione del fiume Olona. La situazione al momento è sotto controllo.
Forti venti in Sicilia – Pioggia ma soprattutto vento forte in Sicilia, con alberi e cartelloni abbattuti. Episodi registrati un po’ ovunque, anche sull’autostrada Palermo-Catania, dove un arbusto ha ceduto nei pressi di Bagheria. Non molto lontano, a Termini Imerese, è stata colpita un’auto parcheggiata. A Palermo il vento ha sparso in molte strade l’immondizia accumulatasi in questi ultimi giorni, indizio, peraltro, di come l’emergenza rifiuti non sia finita nel capoluogo siciliano. La protezione civile regionale ha emesso un avviso di avverse condizioni meteo, dichiarando lo stato di preallerta, con previsioni – confermate – di venti forti o di burrasca, possibili mareggiate sulle coste esposte e rovesci su più fronti. Le previsioni per venerdì - Venerdì torna invece il bel tempo (clicca per le previsioni meteo). Per la mattina del 27 dicembre al Nord è prevista una residua nuvolosità con piogge sparse che però dovrebbe lasciare il posto al cielo limpido nel pomeriggio, salvo qualche nuovo addensamento tardo serale su Liguria e basso Piemonte e nebbie sulla Pianura Padana dopo il tramonto. Anche in Sardegna e al centro nella mattina di venerdì è prevista un po’ di pioggia sparsa, destinata però a sparire nel pomeriggio. Nell’Italia meridionale sono previsti temporali nelle regioni tirreniche, mentre nelle altre regioni in cielo sarà sereno o poco nuvoloso, salvo qualche addensamento piu’ consistente sul Molise costiero e sulla Puglia garganica dove si potranno avere delle deboli piogge.

Fonte: skytg24.it

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie