pubblicitŕ 333.10.77.384

Categoria | Esteri

Grande il Pescara stende la capolista Cagliari

Redazione - Pubblicato il 03 ottobre 2015

L'esultanza del Pescara. LaPresse

Lapadula e l’arbitro stendono il Cagliari: il Pescara vince 1-0

Una espulsione assurda ed un gran gol di Lapadula infliggono al Cagliari la prima sconfitta in serie B: la squadra di Oddo si impone per 1-0 al termine di una partita molto brutta. Protagonista lo scarsissimo arbitro Maresca di Napoli, capace di sventolare cartellini gialli a ripetizione e di fermare Di Gennaro dopo un intervento pulito sul suo diretto avversario: giallo e subito dopo rosso a seguito della veemente protesta del centrocampista rossoblù. A quel punto gli uomini di Rastelli hanno tenuto finché hanno potuto, puniti da un sinistro preciso della punta pescarese Lapadula. Da notare, però, che durante la gara non avevano e non hanno quasi mai impensierito la porta difesa da Fiorillo. Nonostante la sconfitta, il Cagliari rimane in testa alla classifica, sebbene in compagnia del Crotone e dal Cesena.

Primo tempo.
Rastelli sceglie Cerri per Farias, dunque Joao Pedro torna ad essere trequartista. La prima occasione è per i padroni di casa: Lapadula serve Cocco, il bomber viene murato da Storari in angolo. Il Cagliari fatica a ragionare, molti errori arrivano dal centrocampo consentendo al Pescara di innescare trame offensive e di formalizzare il pressing ai danni dei portatori di palla. I rossoblù si fanno notare con un colpo di testa alto di Cerri, il resto è il permanere di una fase di stallo dove nessuna delle due formazioni riesce a superare l’altra. Al 37′ l’arbitro Maresca si erge a protagonista della gara: ammonisce Di Gennaro inspiegabilmente dopo un intervento pulito su Valoti, poi lo espelle dopo che il centrocampista si era lamentato platealmente vista la decisione assurda a sfavore. A nulla valgono le spiegazioni di capitan Dessena e di Storari. Il primo tempo si chiude senza sussulti dopo ’45 di reale bruttezza.

Secondo tempo.
Ripartenza lenta, le due squadre faticano ad avere idee su cui poggiare il proprio gioco. Serve un gran sinistro di Lapadula per sbloccare il risultato, Storari non vede nemmeno partire il pallone. Gli uomini di Rastelli reagiscono con Pedroma viene fermato ad un passo dalla porta. Sul capovolgimento di fronte Storari si deve superare sulla staffilata di Caprari dal limite. Ancora Storari di piede su tiro ravvicinato di Torreira, mentre Deiola e Cerri lasciano spazio a Fossati e Farias. I rossoblù provano a riversarsi in avanti eppur in modo molto confuso, basandosi sulle giocate di Farias e Pedro. L’ultimo cambio vede Sau per Melchiorri nel tentativo di acciuffare il pari. La gara non cambia: il Cagliari tenta in modo affannoso di portarsi nell’area avversaria, il Pescara invece prova a farsi notare in contropiede. Si chiude dopo quattro minuti di recupero.

Simone Spada


 Fonte:Sardinia post.it
OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie