pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Economia

Turdò informa: Prorogato il termine per la rottamazione delle cartelle esattoriali al 21 aprile

Redazione - Pubblicato il 25 marzo 2017

Presidente Turdo davanti alla sede di Equitalia di Campobasso

Cdm, proroga di 20 giorni per la rottamazione delle cartelle esattoriali

Il governo ha varato un decreto legge per far entrare subito in vigore la norma, che era stata inserita nel decreto terremoto ma rischiava di essere approvata ben oltre la scadenza della definizione agevolata dei ruoli. Il termine slitta dal 31 marzo al 21 aprile. 600 mila le istanze presentate. Approvato anche il decreto sui dirigenti sanitari.

ROMA – Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge per prorogare dal 31 marzo al 21 aprile la scadenza per fare domanda di rottamazione delle cartelle esattoriali e dare tempo a Equitalia e agli altri enti della riscossione di rispondere ai contribuenti non più entro il 31 maggio ma entro il 15 giugno.

Le operazioni di “definizione agevolata dei ruoli” stanno andando avanti da diverse settimane con un ritmo molto sostenuto: a quasi 5 mesi dall’avvio, sono circa 600mila le istanze presentate. E il sito di Equitalia ha registrato un milione e mezzo di accessi da quando è stato varato il provvedimento. Però era evidente che, nonostante lo sforzo notevole della società di riscossione, la proroga degli orari di apertura, i tempi erano troppo stretti per la definizione di tutte le operazioni.

La proroga era stata inserita inizialmente nel decreto terremoto, che però ha tempi di approvazione piuttosto lunghi, si parla del 6 aprile, e quindi si rischiava una settimana di inattività tra la prima scadenza e l’attivazione della proroga. Però se il decreto terremoto venisse approvato davvero tra pochi giorni, la proroga entrerebbe in vigore definitivamente e quindi non ci sarebbe bisogno di una ulteriore conversione in legge del provvedimento approvato oggi.

Nelle prime settimane in effetti la rottamazione era partita molto lentamente, e infatti al 31 dicembre 2016 il numero di istanze presentate era appena 13.200. Il ritmo delle ultime settimane fa sperare invece che si possa arrivare a recuperare 2,3 miliardi di gettito, un buon risultato anche se inizialmente si erano ipotizzati 3,4 miliardi.

È possibile fare domanda per tutti i carichi affidati a Equitalia per la riscossione tra il 2000 e il 2016. E’ possibile ottenere una rateizzazione fino a un massimo di cinque tranche. Il conteggio esatto sarà reso noto entro il 15 giugno con una lettera che comunicherà l’ammontare complessivo della somma dovuta, la scadenza delle eventuali rate e i relativi bollettini di pagamento. Per il pagamento in un’unica soluzione il termine è luglio.

Nel Cdm di oggi c’è stato anche il via libera del governo al decreto legislativo sui dirigenti della sanità. “Si tratta di un decreto estremamente importante che andrà ora nella Conferenza Stato regioni e concluderà il suo iter entro giugno. Dal mese di ottobre sarà operativo l’elenco unico nazionale per quanto riguarda i direttori

generali”, ha spiegato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Il decreto sulla selezione della dirigenza sanitaria  corregge i rilievi delle Regioni e soprattutto supera l’impugnativa fatta dalla Regione Veneto nei confronti del Ddl Madia.

Fonte : Repubblica .it

Se qualche nostro associato o cittadino ha bisogno di collaborazione il Comitato PROTRIGNINA Abruzzo e Molise è a disposizione . Tutti i pomeriggi dalle 16 alle 19 presso la nuova sede di via Giovanni Paolo I° n.17. Recapito telefonico : 3331077384.  email: comitatoprotrignina@libero.it

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie