pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Economia

Turdò accusa: Grillo esegue gli ordini ricevuti sul Britannia alla lettera

Redazione - Pubblicato il 27 maggio 2014

Il Presidente Turdò con Guy Verhofstadt

Un’ analisi attenta dei risultati sulle Europee non può prescindere da quello che si è detto e fatto in campagna elettorale.

Una campagna estremizzata e radicalizzata dal Komandante Grillo dei pentastellati, diventati ormai più pentapentiti e non altro, con risvolti anche gravosi e pesanti. Si pensi al riferimento che ” io sono Hitler e Stalin messi insieme”. Poi l’assoluta mancanza di tatto istituzionale, ” se vinciamo noi andremo da Napolitano e lo cacciamo via, andremo da Renzi e lo buttiamo dalla finestra” , frasi fuori luogo in ogni momento e sicuramente durante la campagna elettorale. A questo bisogna aggiungere che i cittadini di tutto hanno bisogno in questo momento e men che meno  di una ulteriore prova elettorale con tutte le fibrillazioni che ne consegue. Lo scontro a due ha portato alla polverizzazione delle liste filogovernative come NCD-UDC che per il rotto della cuffia ha eletto un seggio e la nostra Scelta Europea crollata in modo inverosimile.

Certo i cittadini sono strani, vedendo il risultato di Forza Italia al 17 per cento, un partito-azienda che ha il suo uomo di fiducia Dell’Utri in galera in Libano in attesa dell’estradizione, cosa che doveva avvenire giovedì scorso, rinviato per evitare polemiche pretestuose e preelettorali. Il suo forse più forte dirigente Claudio Scajola, quello che non sapeva chi gli dava i soldi per comprarsi casa, in galera. Il suo capo Berlusconi agli arresti domiciliari con obbligo di assistere i malati alle case di riposo e senza o quasi fare la campagna elettorale prende un quoziente così alto. Ma cosa vi deve fare di più per non votarlo? Ma può essere un popolo così credulone e rincoglionito?

Comunque Grillo con la sua azione sta eseguendo alla lettera gli ordini ricevuti sulla nave Britannia, quando gli dissero di rintuzzare e guidare le proteste del popolo e canalizzarle fino a farle spegnere definitivamente, così sarà se si dovesse votare nel 2018 forse il Movimento nemmeno esisterà più!

Antonio Turdò, presidente del Movimento Italia Unita, partito dell’automobilista.  Tel. 3331077384- Sede Via F:Parri n.8- 66050 San Salvo

 

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie