pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Economia

I parlamentari M5S al seminario sull’eurocrisi finanziato da George Soros

Redazione - Pubblicato il 27 gennaio 2014

I parlamentari M5S al seminario sull'eurocrisi finanziato da George Soros

SCRITTO DA

Andrea Mollica

Andrea Mollica

Alcuni parlamentari del MoVimento 5 Stelle, Luis Orellana, Mirko Busto, Cristina De Pietro, Manlio Di Stefano e Maria Edera Spadolini, hanno partecipato negli ultimi mesi del 2013 ad alcuni seminari sulla crisi dell’Unione Europea. Questo ciclo di incontri, raccontato oggi sull’inserto economico settimanale del “Corriere della Sera”, organizzato da centri studi come l’Istituo Affari Internazionali, è stato finanziato tra gli altri da una delle più importanti fondazioni tedesche, Mercator, e dall’Open Society Foundatin di George Soros. La spinta di queste due associazioni, finanziate da esponenti di grande rilievo del capitalismo globale – Mercator è stata fondata dalla famiglia Schimidt, azionista di una delle più grande catene di supermercati tedesche, Soros è un grande finanziarie oltre che noto benefattore – ha messo in moto una serie di think tank e centri studi di vari paesi europei per organizzare seminari di confronto con i partiti che si contrappongono all’Europa dell’austerità. Agli incontri infatti, racconta “CorriereEconomia”, hanno partecipato esponenti di forze quali Syriza ed Izquierda Unida, i partiti che in Grecia ed in Spagna più si sono caratterizzate per la loro opposizione ai piani di rigore imposti da Bruxelles. Gli incontri riservati, svolti in vari paesi, sono poi culminati in due incontri a Berlino e Barcellona, tenutisi a dicembre. Come rimarca l’inserto economico del “Corriere”, “si sono messi in azione i settori della finanza e dell’industria europea insieme più liberal e più coscienti dei rischi che un’austerità cieca e prolungata comporta per l’intera architettura dell’unione monetaria. Avere portato deputati e senatori pentastellati a discutere in modo franco e aperto di come riformare piuttosto che abbattere l’Europa è un piccolo miracolo di IAI e Mercator “. Oltre agli esponenti del M5S, sono stati invitati anche parlamentari di Forza Italia come Lucio Malan e Debora Bergamini. ” Tra Roma e Berlino si è parlato di Fiscal Compact, euro sopravvalutato, reddito europeo di cittadinanza, Tobin Tax, democrazia digitale”. Il ciclo di incontri rappresenta per “CorriereEconomia” una nuova sensibilità tedesca, più disponibile a confrontarsi sulla crisi con formazioni apertamente critiche sulle risposte date in questi anni. La chiosa finale dell’articolo evidenzia però come non ci siano state conversioni all’austerità sulla via di Berlino. ” Beppe Grillo può stare comunque tranquillo. I suoi parlamentari forse non saranno più così euroscettici, ma sono rimasti fortemente eurocritici”.

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie