pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Cultura

Alzate le mani, li benedisse. Mentre li benediceva, si staccò da loro e veniva portato via, su in cielo!!!

Redazione - Pubblicato il 09 maggio 2016

Ascensione di Giotto Scrovegni

Ascensione di Gesù

L’Ascensione è l’ultimo episodio della vita terrena di Gesù: questi, quaranta giorni dopo la sua Morte e Resurrezione, secondo quanto riportato narrato dal nuovo Testamento, ascese al cielo.

La ricorrenza è celebrata da tutte le confessioni cristiane e, insieme a Pasqua e Pentecoste, è una delle solennità più importanti del Calendario Ecclesiastico.

Gesù salì al cielo con il suo corpo, alla presenza dei suoi Apostoli, per entrare in Comunione con il Padre, per non comparire più sulla Terra fino alla sua Seconda venuta (Parusìa) e alla Rivelazione.

I Vangeli non si dilungano molto su tale episodio. Marco scrive: Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu assunto in cielo e sedette alla destra di Dio

Luca, altrettanto stringatamente:

Giovanni tratta dell’evento in maniera indiretta, riportando una testimonianza di Maria Maddalena:

 

« Gesù le disse: “Non trattenermi, perché non sono ancora salito al Padre; ma va’ dai miei fratelli, e di’ loro: ‘Io salgo al Padre mio e Padre vostro, al Dio mio e Dio vostro’”. »

Negli Atti degli Apostoli si trova altresì una cronaca più dettagliata dell’evento:

 

« Egli [Gesù] si mostrò ad essi [gli Apostoli] vivo, dopo la sua Passione, con molte prove, apparendo loro per quaranta giorni e parlando del regno di Dio [...] Detto questo, fu elevato in alto sotto i loro occhi e una nube lo sottrasse al loro sguardo. E poiché essi stavano fissando il cielo mentre egli se n’andava, ecco due uomini in bianche vesti si presentarono a loro e dissero: “Uomini di Galilea, perché state a guardare il cielo? Questo Gesù, che è stato di tra voi assunto fino al cielo, tornerà un giorno allo stesso modo in cui l’avete visto andare in cielo”. » (1,3-11)

Nelle lettere canoniche non si parla del fatto in sé; vengono tuttavia descritte le conseguenze dell’Ascensione per il fedele (Ef 4,7-13; (1Tim 3,161Pt 3,21-22).

Significato teologico

La comprensione teologica dell’Ascensione è legata alla comprensione dell’affermazione che Cristo ormai “siede alla destra del Padre”. L’affermazione riprende l’annuncio profetico del Salmo 109, dove JHWH stabilisce il re alla sua destra, come segno della sua potenza.

Gesù applicò a sé l’espressione (Mt 22,24; 26,64Mc 12,36; 14,62Lc 20,42; 22,69), rivendicando così le prerogative messianiche. La predicazione apostolica e la dottrina della Chiesa affermano tale verità, asserendo così la dignità divina di Cristo.

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie