pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Pro-Trignina

Verdone: l’Italia è uno Stato feudale, non una repubblica

Redazione - Pubblicato il 13 febbraio 2014

Il manifesto dell'ultimo film di Verdone, "Sotto una buona stella", che ha come coprotagonista Paola Cortellesi.

«Questo non è un Paese per giovani». L’attore invoca l’azzeramento della classe politica e rivendica la centralità Beni Culturali, «sempre sfanculati».



di Franco Fracassi
«Ho la speranza che i giovani tornino dall’estero più preparati, e che facciano saltare questo Stato feudale in cui viviamo. Perché l’Italia non è una repubblica». Carlo Verdone non usa mezze misure. Il suo è un giudizio sferzante su quella che è l’Italia di oggi. «Sono un osservatore della realtà, e racconto il tempo che stiamo vivendo. C’è una richiesta di affetto e protezione da parte dei giovani. È un momento di grande solitudine».
«Questo non è un Paese per giovani. Non c’è ricambio. I giovani se ne vanno dal nostro Paese. Vedere questa fuga mi addolora. Questo è il risultato della crisi dell’Europa. Si deve fare qualcosa. Qui in Italia è rimasto il venti per cento che non ha opportunità», spiega l’attore, che non è mai stato così sferzante nella sua analisi della società: «Va azzerato l’apparato politico, non la nostra generosità. Siamo diventati un popolo centrato sull’edonismo. Non c’è più tempo da perdere».
Infine, quando Aurelio De Laurentis sostiene (nel corso della conferenza stampa) che «il ministero più importante dell’Italia è quello dei Beni Culturali, ed è proprio il ministero che è stato sempre sfanculato», Verdone annuisce.

 

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie