pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Pro-Trignina

Nella Nuova Era sveglia per tutti alle 6,30

Redazione - Pubblicato il 21 febbraio 2014

satira preventiva

Per sprigionare energia collettiva, tutti in piedi a quell’ora. Così ha stabilito il premier appena insediato a Palazzo Chigi. Ondata di donne-ministro purché trentenni e bionde. Un decreto abbassa l’età del Capo dello Stato

Una ondata di clamorose novità si sta abbattendo sull’Italia fin dalle prime ore dell’Era Renzi. È un vento impetuoso di rinnovamento, che sradica le pigre consuetudini e cambia nel profondo il paesaggio politico e sociale e la psicologia del popolo italiano.
LA SVEGLIA In ogni condominio alle 6 e 30 del mattino risuoneranno, festose, le familiari note della sveglia (parapara-parapà, parapara-parapà, eccetera). Che sia una trombetta suonata dal portinaio, un disco automatico o (su richiesta) una app del telefonino, da ogni casa sprigionerà, in perfetto sincrono con lo spirito dei tempi, una nuova energia collettiva. Dalle finestre e dai balconi ci si saluterà lieti prima di accingersi a una febbrile giornata di lavoro. Pochi istanti per una veloce doccia, cantando arie d’opera per rafforzare l’immagine dell’Italia nel mondo, ed ecco che uno sciame impetuoso di motorini e biciclette, sull’esempio del nuovo premier, riempirà le strade. Trattandosi in larga parte di disoccupati rientreranno a casa dopo pochi minuti, ma con il morale molto più alto.
I SOLDI In un tweet il finanziere Davide Serra, considerato uno degli economisti più vicini a Renzi, ha illustrato il profondo mutamento di politica economica che, con Renzi, prenderà avvio nel nostro Paese: «Dal punto di vista quantitativo i soldi nelle tasche degli italiani, almeno per i primi mesi di governo, rimarranno quelli di prima. Ma sarà la loro qualità a cambiare profondamente di segno». Richiesto di chiarire meglio il concetto, Serra ha risposto che non è con il disfattismo e con la critica preconcetta che si potrà uscire dalla crisi.
IL LAVORO Le sciatte, generiche attività lavorative fin qui esercitate saranno in breve riqualificate secondo canoni all’altezza del prestigio italiano nel mondo. Lo Staff Ponte Vecchio (un gruppo di giovani artigiani e negozianti fiorentini riuniti da Matteo Renzi) ha impiegato poche ore per stilare un elenco di nuovi manufatti, molto riqualificati e finalmente all’altezza della sfida che ci attende. Per salvare Elettrolux, per esempio, si può puntare sull’elegante lavatrice a tracolla che la massaia può portare con sé mentre fa la spesa o accompagna i figli a scuola. Buone prospettive anche per il tondino di acciaio ribattuto a mano con la tecnica del maniscalco; per i mattoni da grattacielo trattati con olio d’oliva extravergine e cotti uno per uno nel forno a legna; per le orribili ciabatte cinesi di feltro contraffatte da Prada o Della Valle che potranno rivenderle a cinquecento euro; per il fusillo ritorto a mano, essiccato al sole sui tetti di pietra lavica del Cilento e insacchettato da fanciulle in costume regionale che potrà essere venduto, per ora in esemplare unico, sul mercato russo o americano.
LE DONNE MINISTRO Si fanno i nomi di Annabella Tinti Lucchis, 37 anni, Elena Olga Fiaccardo, 36 anni, Gisella Mariù Carpostato, 38 anni, Marisella Antiochio Vergaro, 35 anni, tutte del Pd, tutte bellissime, bionde, con due mariti e laureate a Harvard. Secondo voci insistenti sarebbe meno accreditata Gina Rossi, 86 anni, in passato sosia di Aldo Fabrizi nelle tivù locali e oggi presidente dell’Unione Zitelle Rurali della provincia di Latina.

michele serra

I NUOVI DICASTERI Oltre al ministero per il commercio estero si prevedono un ministero per l’immagine italiana nel mondo, uno per la creatività italiana nel mondo, uno per lo sviluppo delle idee italiane nel mondo, uno per l’incremento delle esportazioni italiane nel mondo, infine un ministero per il coordinamento dei ministeri che valorizzano l’Italia nel mondo, tutti offerti a Oscar Farinetti che però ha rifiutato. Rimarrà in Italia, per sbrigare l’ordinaria amministrazione, solo il ministro degli Interni: si fa il nome di Oscar Farinetti.
NAPOLITANO L’età di Giorgio Napolitano è stata abbassata, per decreto, a soli 63 anni.

Articolo scritto da Michele Serra- Fonte l’espresso.it

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie