pubblicità 333.10.77.384

Categoria | Pro-Trignina

Juventus-Lione 2-1: Pirlo e Marchisio trascinano i bianconeri in semifinale

Redazione - Pubblicato il 11 aprile 2014

Juventus-Lione 2-1: Pirlo e Marchisio trascinano i bianconeri in semifinale

La squadra di Conte batte 2-1 i francesi e supera i quarti. I bianconeri, forti dell’1-0 dell’andata, passano in vantaggio al 4′ con una magia del numero 21 su punizione, ma Briand pareggia al 18′. Nella ripresa il gol del centrocampista, favorito da una deviazione di Umtiti. Sorteggio venerdì alle 12, si gioca il 24 aprile e l’1 maggio di FEDERICO SALA

TORINO – La Juventus è in semifinale di Europa League e dopo sei anni l’Italia ha una sua squadra che può giocarsi grandi chance per accedere alla finalissima continentale (l’ultima fu la Fiorentina). Dopo l’1-0 dell’andata, i bianconeri si impongono allo Stadium 2-1 grazie ai gol di Pirlo e Marchisio, dopo il momentaneo pareggio di Briand. Un match complicato per i padroni di casa, soprattutto nel primo tempo e dopo la rete di Pirlo. Il Lione fa paura, segna e sfiora il vantaggio. Nella ripresa i francesi calano e tutto va per il verso giusto. IL SOLITO PIRLO– Antonio Conte dà fiducia a Vucinic in attacco affiancandolo a Tevez. Davanti a Buffon, solita difesa a tre con Caceres, Bonucci e Chiellini; Isla e Asamoah sono gli esterni di centrocampo, in mezzo Vidal, Pirlo e Marchisio. Garde conferma l’undici del match di andata. Un 4-3-1-2 con Lopes in porta, Tolisso, Kone, Umtiti e Bedimo in difesa; in mezzo al campo Ferri, Gonalons e Mvuemba con Malbranque a supporto degli attaccanti Briand e Lacazette. Ancora a sorpresa in panchina Gomis. L’avvio bianconero è fulminante mentre il Lione dorme. Tevez prima sfiora gli incroci al 3’ con un potente destro dal limite e poi conquista una punizione. Batte lo specialista Andrea Pirlo che lascia di sasso Lopes e firma l’1-0.

{}

REGGIA BRIAND – A questo punto la Juventus pensa forse già di essere in semifinale, si rilassa e permette al Lione di uscire e attaccare. Al 13’ Ferri serve Malbranque in area piemontese e Bonucci lo mura con una mano. Niente rigore per Undiano, ma il braccio del difensore è pericolosamente staccato dal corpo. I francesi capiscono che possono fare male e senza più indugi prendono in mano la partita. Al minuto 18 Tolisso si procura un angolo che non c’è: la palla infatti è già sul fondo quando il terzino tenta il cross. Corner assegnato invece, palla al limite dell’area e cross altissimo, sbagliato, con la tibia, di Mvuemba. La difesa bianconera dorme, Marchisio si ritrova in marcatura su Briand che ha vita facile e colpisce di testa. Buffon tocca, ma il pallone coglie il palo basso e si insacca per l’1-1. Adesso al Lione basta un gol per qualificarsi e al 29’ va vicino al vantaggio: gran botta da fuori di Gonalons e Buffon respinge in tuffo. La Juve non riesce più a rendersi pericolosa con Vucinic che non tiene palla in attacco, ben marcato da Konè e Umtiti. IL LIONE NON FA PIU’ PAURA – Nel secondo tempo la Juventus gioca meglio. Nulla di eccezionale, ma il Lione non trova più gli spazi necessari per fare male. Migliora e di molto Asamoah sulla corsia di sinistra. L’ex Udinese all’8’ crossa teso in area e solo un grande anticipo di Umtiti ferma Tevez. Al quarto d’ora Conte cambia lo stanco Vucinic con Llorente. Un minuto dopo Tevez segna di testa su traversone di Pirlo, ma l’Apache parte da una posizione di fuorigioco. Al 22’ l’unico vero brivido che Buffon corre: punizione di Mvuemba che cerca di sorprendere il portiere sul proprio palo, ma il numero uno bianconero c’è e respinge in corner. LA CHIUDE MARCHISIO – IL Lione batte due angoli e sul secondo, al 22′, prende contropiede. L’azione torinese sembra scemare finchè il pallone raggiunge Marchisio che ci prova da circa 25 metri col destro. Una deviazione di Umtiti spiazza Lopes e siamo sul 2-1 per la Juventus. Garde gioca le ultime carte con Gomis e Njiè in campo al posto di Lacazette e Briand. Ma non accade altro. I bianconeri abbassano i ritmi e quando entra Giovinco per Tevez arrivano altri pericoli per Lopes. Come al 42’: palla forte in area di Marchisio, Giovinco controlla ma calcia male sopra la traversa. Juventus-Lione 2-1 (1-1) Juventus (3-5-2): Buffon, Caceres, Bonucci, Chiellini, Isla, Vidal (30′ st Pogba), Pirlo, Marchisio, Asamoah, Tevez (32′ st Giovinco), Vucinic (15′ st Llorente). (30 Storari 5 Ogbonna 18 Osvaldo 26 Lichtsteiner). All.: Conte. Lione (4-3-1-2): Lopes, Tolisso, Kone’, Umtiti, Bedimo, Ferri, Gonalons, Mvuemba, Malbranque (31′ st Danic), Briand (25′ st Njie’), Lacazette (25′ st Gomis). (1 Vercoutre 2 Zeffane 5 Bisevac, 31 Fekir). All.: Garde. Arbitro: Undiano Mallenco (Spagna). Reti: 4′ pt Pirlo, 18′ pt Briand; 23′ st Marchisio. Angoli: 5 a 2 per il Lione. Recupero: 1′ e 2′. Ammoniti: Bonucci, Marchisio, Umtiti e Gonalons per gioco scorretto. Spettatori: 40.710, incasso 1.809.454.

Fonte: Repubblica.it

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie