pubblicitŕ 333.10.77.384

Categoria | Pro-Trignina

Corea Nord, giustiziata l’intera famiglia dello zio di Kim Jong-un,forse sbranati dai cani

Redazione - Pubblicato il 27 gennaio 2014

Corea Nord, giustiziata l'intera famiglia dello zio di Kim Jong-un

Kim Jong-un (reuters)

Il tutore-mentore del dittatore asiatico era stato fucilato un mese fa. Secondo le accuse del giovane leader, lo zio stava organizzando un golpe contro di lui. Per alcuni giorni era circolata la voce che fosse stato sbranato da un branco di cani

PYONGYANG - Non smette di riservare particolari inquietanti la morte di Jang Song-thaek, lo zio del giovane dittatore coreano Kim Jong-un, giustiziato in dicembre dopo essere stato spogliato di tutti i poteri e accusato di ‘golpe’ contro il nipote. Secondo alcuni media asiatici, che riportano indiscrezioni di forze governative, l’intera famiglia di Jang (bambini compresi) sarebbe stata passata per le armi. La stessa sorte sarebbe capitata a tutti gli uomini vicini all’ex mentore di Kim.
Tra i parenti di Jang uccisi ci sono la sorella Jang Kye-sun e suo marito, l’ambasciatore a Cuba Jon Yong-jin; il nipote e ambasciatore in Malesia Jang Yong-chol e i due figli; i figli, le figlie, i nipoti e i fratelli. Tutti quelli che non erano nel Paese sono stati richiamati a Pyongyang per essere giustiziati. Secondo le fonti alcuni parenti sono stati ammazzati con un colpo di pistola in fronte mentre i parenti acquisiti, come la moglie dell’ambasciatore in Malesia, sono stati risparmiati e mandati al confino in villaggi sperduti con le loro famiglie di origine. A inizio dicembre Jang Song-thaek, diventato numero due del regime nord-coreano e principale consigliere politico del giovane presidente dopo la morte del padre Kim Jong-il, era stato rimosso da tutti gli incarichi, espulso dal politburo e arrestato. Nelle stesse ore alcuni suoi fedelissimi venivano fucilati in piazza, accusati di tradimento.
Dopo un velocissimo processo farsa anche Jang Song-thaek veniva giustiziato. La sua morte è diventata un caso mediatico: per alcuni giorni era circolata la voce che Jang fosse stato
sbranato vivo da un branco di 120 cani. Indiscrezione poi smentita nei giorni successivi; si sarebbe trattato di un post satirico apparso su un social network cinese.
Fonte: la repubblica.it
OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie