pubblicitŕ 333.10.77.384

Categoria | Pro-Trignina

Adesso le multe, le facciamo dalle foto su Twitter? Non esageriamo

Redazione - Pubblicato il 22 dicembre 2013

Niente multe dalle foto su Twitter Ma controlli severi dalle segnalazioni».

Il comandante, dopo le polemiche sull’invito a fotografare le auto in doppia fila: «Dal social network  stimolo ai controlli».

ROMA – L’invito è  di qualche giorno fa. «Segnalate su Twitter le targhe dei veicoli in doppia fila»  scrive  il  comandante dei vigili urbani di Roma Raffaele Clemente che del social media è un assiduo frequentatore. Una idea subito bocciata dai sindacati («non si fanno le multe alle foto») e, a dir la veritĂ ,  anche da alcuni utenti di Twitter. Venerdì è arrivata la precisazione: «La targa  noi non la guardiamo nemmeno, ma andiamo a cercare i problemi alla viabilitĂ  e lì interveniamo»  chiarisce Clemente.

PRIVACY -  «E’ evidente – ha assicurato Clemente a chi ha lanciato il pericolo di violazione della privacy – che non utilizzeremo le foto che ci arrivano, come non utilizziamo le riprese televisive, tanto meno per fare le multe. Siamo in contatto con la citta’ di Milano, faremo anche lo street control, dopo averlo pianificato in maniera seria – e ha concluso in merito alle politiche di contrasto del traffico il comandante Clemente – sui social siamo stati contattati dai blogger milanesi».

Raffaele ClementeRaffaele ClementeSU TWITTER   – La proposta di Clemente è arrivata durante una conversazione con un altro utente che segnalava la presenza di un pullman in doppia fila. «Siamo allo sbando, a via Albalonga ci vuole una bomba», scrive l’utente Filippo Crostella postando la foto del pullman. «Un pullman – risponde Clemente – Se spunta ancora in nostra assenza segnalate la targa. Qui!». Un suggerimento che però divide i follower di Clemente. «Collaboriamo, ma non siamo poliziotti: ci aiuti nel chiedere misure urgenti subito!», risponde l’utente Giuseppe Mazziotti, mentre l’account Roma fa schifo sembra apprezzare e twitta: «Se il capo dei vigili ci chiede le targhe direi che è occasione da non perdere!!!». «Se ci chiede le targhe vuol dire che la tutela pubblica è fallita», replica Filippo Crostella. A chiudere la conversazione con ironia ci pensa Walentina, chiedendo a Clemente: «E il verbale lo fate su tuitter?».

Pullman n seconda fila in via Albalonga (da Twitter)Pullman n seconda fila in via Albalonga (da Twitter)LE SEGNALAZIONI – In questi giorni le conversazioni (piĂą che le segnalazioni vere e proprie) si sono ripetute. «Ottima idea….ma l’intervento deve avvenire subito. Comunque complimenti, finalmente uno dinamico » cinguetta  un utente. E Monichilla si interroga: «L’iniziativa di chiedere ai cittadini aiuto mi sembra buona ma e’ fattibile?». Clemente risponde subito: «Il sostegno civico è un mezzo potente, mi creda».  E, infine   un utente butta lì un’altra proposta: «Quando inizierete a dare un giro di vite a quelli che parlano al cellulare mentre guidano?» «Lo sa che è davvero una buona idea» replica il comandante.

LE CRITICHE – A criticare l’iniziativa di Clmente, prima di altri, sono stati i sindacati che hanno bocciato sonoramente l’idea di  un «Grande Fratello» dei cittadini contro le doppie file. «Sono perplesso – commenta Marco D’Emilia della Cgil – Non capisco dove possa portare questo metodo. Dopo che è stata segnalata la doppia fila cosa si fa? Una multa sulla foto? Il comandante ci spieghi cosa significa tutto ciò. Non vorrei si generasse confusione». Per Francesco Croce della Uil «non sono le segnalazioni la chiave per arginare il problema delle doppie file. Servono azioni di carattere strutturale e non episodico» mentre il segretario dell’Ospol Stefano Lulli chiosa: «Non si può fare una contravvenzione via Twitter. Non siamo assolutamente d’accordo con questi sistemi. Mi sembrano artificiosi. Contro sosta selvaggia e doppia fila ci deve essere la sorveglianza dei vigili sulle strade».

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie