pubblicitŕ 333.10.77.384

Categoria | Auto

La Prefettura di Isernia ricorre contro gli automobilisti al Tribunale? Addirittura!!!

Redazione - Pubblicato il 24 febbraio 2015

Un incontro a Isernia, presso la sede del CSA con Valentini, Turdò e Di Schiavi

OGGETTO: Autovelox di Macchia di Isernia. La Prefettura di Isernia dopo essere stata condannata fa appello al Tribunale contro le Sentenze dei Giudici di Pace. STORIA INFINITA.

Questa Associazione Sindacale F.I.A.D.E.L. ed il Comitato PRO TRIGNINA da sempre hanno contestato l’Autovelox a postazione fissa installato dal Comune di Macchia d’Isernia lungo la SS. 85 lato destro direzione Venafro, ritenendolo illegittimo sotto tutti i punti di vista.
La Prefettura di Isernia, alla quale spetta il compito di garantire il rispetto della legittimità riguardo alla installazione di Autovelox fissi e mobili, si è, invece, sempre schierata dalla parte del Comune di Macchia d’Isernia, tanto è vero che ha respinto numerosi ricorsi dei cittadini e gli ha raddoppiato le sanzioni.
I Giudici di Pace di Isernia, dopo aver fatto eseguire una CTU (Consulenza Tecnica d’Ufficio) hanno sentenziato che l’Autovelox è illegittimo e quindi, hanno condannato il Comune di Macchia d’Isernia a pagare le spese della CTU stessa, hanno puntualmente dato ragione a noi, hanno accolto i nostri ricorsi, hanno annullato le Ordinanze Ingiunzioni della Prefettura, anche perché adottate da soggetti incompetenti ed in molti casi hanno anche condannato la Prefettura a risarcire i ricorrenti di Euro 100,00 ognuno.
Ebbene, sembra incredibile ma è la verità: la Prefettura si è opposta alle Sentenze dei Giudici di Pace di Isernia proponendo appello presso il Tribunale di Isernia.
Quindi i cittadini ora devono andare presso il Tribunale a difendersi con l’avvocato.
Invero, questa notizia non ci sconvolge più di tanto perché siamo certi che i cittadini avranno ragione anche presso il Tribunale, non perché sono simpatici ma perché quell’autovelox è illegittimo, però quello che ci amareggia è questa insistenza da parte dello Stato a carico dei cittadini.
Ci appare davvero grave un fatto del genere.
Tuttavia la nostra Associazione FIADEL ed il Comitato PRO TRIGNINA sono a disposizione con i propri legali per sostenere i malcapitati cittadini.
(Feliciantonio Di Schiavi)

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie