pubblicit 333.10.77.384

Categoria | Auto

Il CAF ENPTA informa: IMU agricola senza sanzioni fino al 31 marzo 2015

Redazione - Pubblicato il 05 marzo 2015

IMU agricola

IMU agricola senza sanzioni fino a marzo

Il pagamento dell’IMU su terreni agricoli se effettuato entro il 31 marzo 2015; al vaglio anche i rimborsi per i tributi non spettanti già riscossi.

Niente multa per l’IMU agricola, ovvero quella relativa ai terreni agricoli, ma solo nel caso in cui il pagamento avvenga entro il 31 marzo 2015. A deciderlo è stata la Commissione Finanze e Tesoro del Senato, che ha approvato un apposito emendamento all’IMU agricola per i pagamenti avvenuti in ritardo rispetto alla scadenza del 10 febbraio.

Rimane ancora ferma, invece, la questione del rimborso dell’IMU per i contribuenti che hanno già provveduto al versamento dell’imposta, ma che in virtù dei nuovi parametri apparterrebbero a qualche categoria agevolata. Sono tutti quei contribuenti per i quali è prevista una esenzione, anche parziale dell’imposta, che potrebbero ricevere indietro il denaro versato, oppure potrebbero compensare altri debiti tributari qualora il regolamento comunale lo prevedesse. È il caso di coloro che hanno versato l’IMU per il terreno agricolo in proprio possesso, risultato poi esente con l’approvazione da parte del Governo  delle nuove norme sull’IMU agricola terreni montani (decreto legge numero 4/2015 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dello scorso 24 gennaio). In generale il rimborso va richiesto direttamente al Comune, presentando specifica istanza entro cinque anni dall’avvenuto versamento.

Collina svantaggiata

In attesa anche i terreni cosiddetti in “collina svantaggiata”, che attendono di sapere se è prevista un equiparazione con i terreni di pianura, che devono quindi essere previsti nelcalcolo dell’IMU oppure no. Nel secondo caso si tornerebbe alle vecchie regole presenti nella circolare ministeriale del 1993, per quei Comuni prima esenti e poi considerati “non montani” in base alla classificazione ISTAT.

Copertura finanziaria

Per queste ultime due questioni la problematica che porta al ritardo decisionale deriva chiaramente da aspetti puramente economici e di copertura finanziaria. Il Ministero delle Finanze e la Ragioneria dello Stato stanno cercando in questi giorni di individuare le risorse necessarie, intorno ai 20 milioni di euro.

 

Chiunque avesse necessità e bisogno di vera e qualificata consulenza in materia è pregato di rivolgersi a:

FINANCIAL CONSULTING SERVICE di Antonio Turdò*

Pianificazione finanziaria per gli investimenti d’impresa- Finanza agevolata –Richiesta di contributi a fondo perduto-Indagini di studio e commerciali- Centro di assistenza fiscale

Via Ferruccio Parri n.8-66050 San Salvo (CH) –

Via II Vico UmbertoI° n.23 -66050 Carunchio(CH)

Tel.3331077384- email: comitatoprotrignina@virgilio.it-  

Iscritto Albo U.I.C. della Banca D’Italia n. 13269 come “Mediatore Creditizio”-

  • Esperto dei fondi strutturali e della politica di coesione e di sviluppo  nelle regioni meridionali avendo pianificato progetti di finanziamento a valere sui bandi della 488/92- Patti Territoriali- Legge R.77/2000-Fondi FESR- Legge 215/92.
  • Candidato alle elezioni europee.—sito: www.vastesenews.it            
OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie