pubblicitŕ 333.10.77.384

Categoria | Auto

COMUNICAZIONE E MISERICORDIA:UN INCONTRO FECONDO

Redazione - Pubblicato il 11 maggio 2016

“Dimmi un fatto e apprenderò, dimmi una veritĂ  e crederò, ma raccontami una storia e vivrĂ  nel mio cuore per sempre”, recita un antico proverbio indiano.

E’ sotto gli occhi di tutti come la comunicazione multimediale odierna abbia fatto suo questo proverbio puntando tutto sullo storytelling, un modo di raccontare attraverso storie e non attraverso dimostrazioni logiche o esortazioni che d’istinto respingiamo come astrazioni o prediche inutili.

L’efficacia di questo tipo di comunicazione la conoscono bene le grandi agenzie di marketing e di comunicazione.

Ma viene sfruttata anche dallo Stato Islamico (ISIS) con una vera e propria narrativa dove, per reclutare nuovi combattenti, celebra il trionfo dei suoi eroi e mostra la fine dei nemici esibendo immagini di decapitazioni e crocifissioni che sono un tradimento della dimensione umana del loro agire comunicativo, perchè prive di pietà.

Il Giubileo della  misericordia e la 50° giornata mondiale delle comunicazioni sociali, che Papa Francesco ha associato ad esso con il tema ” Comunicazione e misericordia: un incontro fecondo”, si propongono di aprire spazi di dialogo e di riconciliazione. Le guerre non cominciano nel campo di battaglia, ma nel cuore. La misericordia e il perdono sono quel passo necessario per guarire le memorie, superare le incomprensioni, ricostruire l’armonia o unificare l’umanitĂ  in un sentimento di comune appartenenza dove ognuno è accolto e rispettato per quello che è.

Tarcisio Casarato, massmediologo.  

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie