pubblicità 333.10.77.384

Categoria | Auto

Automobilista picchiato a sangue sulla Trignina, durante un servizio autovelox

Redazione - Pubblicato il 21 febbraio 2014

Turdò accusa: Inaudito a Dogliola un automobilista è stato picchiato a sangue, durante un servizio autovelox!

Quello che è avvenuto mercoledì 19 febbraio scorso ha dell’incredibile ed  increscioso.

Un automobilista molisano di Montefalcone nel Sannio si avvede della posizione dell’autovelox, sulla SS 650 ,territorio di Dogliola, chiaramente con il vigile ben lontano dalla postazione , allora rallenta e invita il vigile di servizio, a stare più vicino allo strumento di controllo elettronico , comincia un battibecco verbale, a cui partecipa anche il figlio dell’autista ,il quale scende dalla macchina al fine di meglio discutere con il vigile di pattuglia.

Ad un certo punto balza fuori da una macchina un energumeno che comincia a fare foto e riprese video, al che il giovane di Montefalcone nel Sannio, protesta , fa delle rimostranze verbali e chiede anche alla persona di qualificarsi essendo in borghese e non in divisa.

Per tutta risposta riceve dal suddetto personaggio oscuro, oltre ad ingiurie , ti vengo a far sparare a casa,chiamo gli amici miei , modello camorra e mafia, anche una serie di pugni che lo portano a sanguinare visibilmente, e che necessitano di un ricovero in ospedale  e 4 punti di sutura e una irradiazione sanguigna nell’occhio.

Penso che in questo caso si sia toccato il fondo, ritengo che sia necessario fare immediatamente chiarezza e che vengano processati i responsabili di questo gesto.

Quelle persone o persona, non devono più stare sulle strade e poi a che titolo in una pattuglia di controllo elettronico della velocità.

Invitiamo tutti coloro che hanno una divisa e sono a conoscenza del fatto di denunciare il fatto alle autorità giudiziarie.

Domenica mattina è convocata d’urgenza una riunione del Comitato PROTRIGNINA Abruzzo e Molise con inizio alle ore 9.30 presso l’area di servizio del  Girasole.  

Il Presidente Antonio Turdò

San Salvo, 21 febbraio 2014

Associazione Comitato PROTRIGNINA Abruzzo e Molise

Sede: Via F. Parri, n. 8-66050 San Salvo (CH)

Tel. 3331077384- e-mail: comitatoprotrignina@virgilio.it- financialturdo@virgilio.it

 

 

 

OknotizieFacebookTwitterSegnaloDeliciousDiggShare
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

5 Commenti per questo articolo

  1. lucianodelplavignano scrive:

    Non posso/voglio crederci.
    Sarà stato uno sketch di “Scherzi a parte”. Se così fosse non abbiamo toccato solo il fondo, abbiamo raschiato il barile. Parrebbe esserci una sorta di premeditazione come aggravante. L’evoluzione della specie trattata da Darwin, va farsi benedire, entra l’involuzione. Amen

  2. daniela di risio scrive:

    anche a me il vigile stesso vedendo il mio rallentare sulla trignina all’altezza del bivio fondo valle treste,mi ha presa a male parole nonostante il caldo afoso (luglio,agosto 2013)ke facesse,avevo il finestrino chiuso con l’aria climatizzata,vedendolo invierire contro di me,ho arrestato il veicolo,ho chiesto spiegazioni e lui mi dice,vai a fanculo….cosi’ ho aperto il cofano,ho tirato fuori il cric e se nn l’ho preso e solo xke’ si e’ dato alla fuga lasciando l’autovelox ancora li’ dov’era,poi nn devono dire ke le donne nn hanno attributi,io ne ho da vendere e con un uomo,nn mi ci cambio neanche un pelo nonostante oggi io abbia 39 anni e 3 figli,se poi uno diventa aggressivo,nn bisogna dare colpa all’automobilista solo xke’ nn ha una divisa,anche senza divisa io divento BASTARDA e MALEDUCATA….

  3. Donato scrive:

    Anch’io recentemente ho constatato l’agguato dell’autovelox al bivio di Dogliola. L’autovelox era posizionato per terra, quindi non visibile, e un vigile e un privato erano nascosti fuori dalla sede stradale, lontani dalla statale verso la strada per Dogliola. A debita distanza ho fatto una foto col cellulare ma, appena accortosi, il privato è uscito fuori dal “nascondiglio” e, con un’altra macchina fotografica, ha fotografato me e la mia moto. Meno male che me ne sono andato altrimenti avrei fatto la fine dell’automobilista picchiato. Spero che non mi cerchino per punirmi. Facciamo qualcosa contro gli agguati per fare cassa. E’ vergognoso

  4. Dante scrive:

    Quanta verità c’è in questo racconto?

  5. tonio scrive:

    Le amministrazioni comunali hanno ricominciato a far cassa con la scusa della velocità? Peccato per San Salvo e Vasto che eviterò di frequentare come fossero città appestate! L’anno scorso 2 multe nello stesso giorno per andare a passare un pomeriggio al mare! Mai più.

Lascia un commento

Spam Protection by WP-SpamFree

This movie requires Flash Player 9
This movie requires Flash Player 9

Archivio Mensile

Categorie